BlogNotes

il favoloso (?) mondo del giornalismo

Qualche considerazione sull’uso della telecamera nascosta

leave a comment »

Ieri sera sono andati in onda su due canali diversi, in due trasmissioni concorrenti, due servizi fatti con la camera nascosta.

Nel primo, per Piazza Pulita, la telecamera nascosta è servita per mostrare la differenza che passa tra un senatore e un comune mortale nella richiesta di un mutuo in banca. Le persone coinvolte non erano identificabili, le banche nemmeno. Non sono stati fatti nomi, non si è accusato nessuno. Al massimo il deputato Barbato non entrerà mai più nella banca del Senato, ma questo è un altro discorso.

Nel secondo, per Servizio Pubblico, la telecamera nascosta è servita per mostrare all’Italia intera una conversazione che l’intervistato credeva di stare facendo in maniera riservata. Telecamera finta spenta e frasi in libertà che di punto in bianco sono state mostrate all’universo mondo. Senza autorizzazione. Creando difficoltà a qualcuno e magari anche mettendo sull’avviso qualcun’altro.

Secondo me, si tratta di due casi da manuale da mostrare a chi si avvicina alla professione. Come si usa (il servizio di Piazza Pulita) e come non si usa (quello di Servizio Pubblico) la telecamera nascosta.

Annunci

Written by skyene

9 marzo 2012 a 10:44

Pubblicato su journalism

che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: